Scuola primaria: linee guida per la didattica a distanza dal 27 aprile

La scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Buscaglia ha garantito e avviato livelli essenziali di didattica a distanza con l’obiettivo principale di mantenere vive e costanti le relazioni con gli studenti. Pur non presenti fisicamente a scuola, dal 2 marzo, i bambini stanno proseguendo nello svolgimento delle attività proposte dai docenti, utilizzando modalità e strumenti differenti rispetto a quelli usati in condizioni ordinarie. La scuola, infatti, in questa situazione d’emergenza, non è ferma, ma persegue nella sua funzione di formazione degli studenti nella modalità promossa su tutto il territorio nazionale: “distanti ma uniti!”.

Le attività di didattica a distanza si esplica in due modalità:

- modalità asincrona: è stata  definita, per ogni classe, una scansione settimanale regolare delle attività, creando una sorta di ritualità, che è stata anche comunicata alle famiglie. Gli strumenti tuttora utilizzati sono vari: registro elettronico, padlet, edmodo, mail, drive, Weschool e Google classroom.

- modalità sincrona: in tutte le classi, dopo un periodo di sperimentazione, si  effettuano incontri in modalità sincrona, prevalentemente con lo strumento Meet, con l’intera classe o a piccoli gruppi,  con la seguente frequenza settimanale concordata collegialmente:

  • classi prime, seconde e terze: da 2 a 3 incontri sincroni a settimana per ciascun bambino
  • classi quarte: da 4 a 5 incontri sincroni a settimana per ciascun bambino
  • classi quinte: da 3 a 4 incontri sincroni a settimana per ciascun bambino

Gli  appuntamenti in modalità sincrona andranno annotati sull’agenda del registro elettronico per permettere alle famiglie di organizzarsi per tempo.

Stante la “preziosità” e le criticità degli incontri sincroni, questo strumento non verrà utilizzato per attività frontali e trasmissive ma si privilegerà l’interattività ed il confronto. Gli incontri, mediamente della durata di 1 ora, avranno come obiettivi di mantenere vivo il gruppo classe e l’apprendimento.

Particolare attenzione dovrà essere data agli studenti con bisogni educativi speciali, a cui potranno essere dedicate risorse e tempi supplementari.

Altre personalizzazioni potranno riguardare recuperi o potenziamenti a piccoli gruppi, anche a classi parallele.

Sappiamo che, per permettere la partecipazione dei vostri figli, vi stiamo chiedendo molto e vi ringraziamo per la collaborazione. Un grosso impegno della scuola è rivolto ad aiutare anche quelle famiglie che sono in difficoltà: la scuola deve essere per tutti!

 

La dirigente scolastisca e gli insegnanti della scuola secondaria

Sito realizzato da Fabio Salmaso nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza
Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

Note Legali - Privacy  - Cookie Policy